Dalla parte di Cassano

Perfino Massimo Bordin, ex direttore di Radio Radicale, per la quale svolge un’ottima rassegna stampa al mattino e coraggiose e pazienti conversazioni con Marco Pannella durante la giornata, perfino Bordin, dicevo, ha preso le parti di Antonio Cassano nella stucchevole vicenda sui due calciatori gay della Nazionale, innescata al momento giusto dal quel furbacchione di Alessandro Cecchi Paone. Eppure, come è noto, l’emittente dei radicali è molto sensibile alla difesa dei diritti e della dignità delle persone omosessuali. Continua a leggere